CORATINA

Sinonimi

Cima di Corato, Coratese, La Valente, Olivo a confetti, Olivo a grappoli, Olivo a racemi, Olivo a racimolo, Olivo a raciuoppe, Racema, Racemo di Corato, Racemo, Racioppa, Racioppa di Corato.

Storia

Considerato già nel XIII sec. uno degli olii più pregiati, per lungo tempo l’olio extra vergine di oliva di cultivar “Coratina” è stato utilizzato come olio “da taglio”, ovvero come un olio utile a dare consistenza e resistenza a oli caratterialmente più deboli. Basti pensare che in moltissime aziende olivicole della California si pianta una percentuale del 2-3% di ulivi di cultivar “Coratina” proprio per conferire personalità e conservabilità a oli che altrimenti resterebbero banali. Negli ultimi anni la qualità dell’olio extra vergine di oliva di cultivar “Coratina” è stata rivalutata, tanto da impegnare gruppi di produttori e associazioni in progetti dediti alla diffusione e valorizzazione del consumo diretto della monocultivar Coratina, in quanto autentico distillato di proprietà e di virtù buone per il palato e per la salute.

Caratteri produttivi e agronomici

Cultivar autosterile, di elevata e costante produttività, è scarsamente interessata dall'aborto dell'ovario Impollinatori di elezione: Frantoio, Moraiolo, Leccino. Resistente alla siccità, al freddo, all'occhio di pavone ed in genere anche agli altri parassiti. Caratterizzata da una precoce entrata in produzione, la Coratina è cultivar di grande adattabilità ai più differenti terreni ed ambienti olivicoli italiani.

L'olio

Famosa per dar vita a un olio extra vergine di oliva dal sapore deciso, con un retrogusto amarognolo e piccante, rispettivamente addebitabili all'alta concentrazione di oleuropeina e di polifenoli, la cultivar “Coratina” è considerata un vero e proprio gioiello della cultura contadina pugliese di cui orgogliosamente si continua e si tramanda la coltivazione.